Pubblicità

Sportello Unico Attività Produttive e Sportello Unico Edilizia

A partire dal 12 marzo 2024 la presentazione di istanze, segnalazioni e comunicazioni relative a tutte le attività afferenti all’Edilizia e alle Attività Produttive, prestazioni di Servizi ed Eventi, compresa ogni ulteriore documentazione correlata, deve avvenire in modalità telematica attraverso il nuovo portale denominato Gismaster.
Gismaster costituisce l’unico punto di accesso riconosciuto allo Sportello Unico del Comune di Como per la trasmissione delle nuove pratiche, in sostituzione del portale di Impresainungiorno.

A partire dal 12 marzo 2024 le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività rientranti nel campo di applicazione del DPR 160/2010 e del DPR 380/2001 ed i relativi elaborati tecnici e allegati devono essere presentati esclusivamente in modalità telematica allo Sportello Unico Telematico Integrato del Comune di Como, mediante una procedura guidata.
Le istanze presentate in altra forma saranno respinte.

I soggetti che hanno presentato istanze e pratiche prima di tale data possono continuare a operare con le modalità precedenti fino alla chiusura del procedimento e possono continuare a consultare le pratiche inviate prima del 12 marzo 2024. Gli utenti continueranno, quindi, a vedere nella propria area di lavoro all’interno del portale Impresainungiorno tutte le pratiche, sia quelle già inviate che quelle in bozza.

Il seguente link va utilizzato per visionare o integrare fino al loro completamento le pratiche già presenti sul portale Impresainungiorno
https://www.impresainungiorno.gov.it/group/guest/scrivania-utente

Il seguente link va utilizzato per visionare, integrare e trasmettere le pratiche predisposte in bozza già presenti sul portale Impresainungiorno*
*(se compare una maschera di errore, selezionare dal menù la voce pratiche in bozza)
https://suap.impresainungiorno.gov.it/fnsuap/cmd/create?execution=e1s2


Per accedere al portale Gismaster è necessario possedere:

  • casella PEC: propria o di un procuratore nominato (professionista incaricato dal committente);
  • firma digitale: per firmarei file o documenti informatici è necessario essere in possesso di un dispositivo per la firma digitale

 

ACCEDI ALLO SPORTELLO UNICO TELEMATICO INTEGRATO DEL COMUNE DI COMO - SUAP


 

Descrizione

La pubblicità, cioè la comunicazione al pubblico per promuovere prodotti, attività o eventi, si effettua tramite mezzi pubblicitari, definiti anche impianti pubblicitari quando costituiti da strutture apposite.

Il Regolamento del Piano Generale degli Impianti Pubblicitari (P.G.I.P.) individua le categorie di mezzi/impianti pubblicitari.

 

Requisiti per l'esposizione dei mezzi pubblicitari

I mezzi pubblicitari devono avere le caratteristiche indicate:

 

e rispettare le prescrizioni di cui:

nonchè le procedure previste nel caso di sussistenza di vincoli paesaggistici (o ambientali) oppure o vincoli culturali (o monumentali).

In caso di contestuale occupazione di suolo pubblico, il richiedente deve essere in possesso dei requisiti morali di cui al Regolamento per la disciplina dell’occupazione degli spazi pubblici e dell’esposizione pubblicitaria e del relativo canone patrimoniale e per la disciplina del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate (art. 1 co 816 e 837 l. 160/19)

 

Titolo autorizzatorio per l'esercizio dell'attività

Prima di esporre il mezzo pubblicitario è necessario ottenere l'autorizzazione prevista dall'art. 23 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 - Nuovo codice della strada e dall’art. 3 del Decreto Legislativo 15 novembre 1993, n. 507. - Revisione ed armonizzazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonché della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell'art. 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riordino della finanza territoriale. 

 

Periodo di esposizione

L’autorizzazione può essere rilasciata:

 

Vincoli paesaggistici (ambientali)

I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili ed aree di interesse paesaggistico sui quali ricade il c.d. "vincolo paesaggistico (ambientale)", deve preventivamente ottenere l'autorizzazione paesaggistica di cui all'art. 153 del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio".

L'autorizzazione paesaggistica può essere "ordinaria" o "semplificata" (art. 146 del"Codice").  La competenza in relazione all'istruttoria, secondo quanto disposto dall'art. 80 della Legge Regionale 11 marzo 2005 n. 12 - Legge per il governo del territorio, è:

  • dell'Ente Gestore Parco Regionale Spina Verde - per mezzi pubblicitari all'interno del parco;
  • della Provincia - per mezzi pubblicitari sul demanio lacuale;
  • del Comune di Como Ufficio Paesaggio - in tutti gli altri casi.

Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi all'Ufficio Paesaggio del Comune di Como.

La domanda di autorizzazione paesaggistica si presenta, in ogni caso, contestualmente alla domanda per autorizzazione alla esposizione del materiale pubblicitario, di cui all' art. 23 del Codice della Strada, tramite il collegamento online al S.U.A.P. del Comune di Como.

Se l'impianto pubblicitario viene, invece, collocato lungo una strada sita nell'ambito o in prossimità di un bene paesaggistico, non è prevista l'autorizzazione paesaggistica, bensì il parere favorevole della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano, che viene chiesto direttamente dall'Ufficio Commercio.

 

Vincoli culturali (monumentali)

Prima di installare un mezzo pubblicitario su un immobile o in una area tutelati come "beni culturali", di cui all'art. 10 del D.lgs 42/2004 "Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio", è necessario ottenere l'autorizzazione di cui all'art. 49 del D.Lgs stesso, da richiedersi direttamente alla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano.

Si consiglia di seguire i seguenti passaggi:

  • presentare al Comune, tramite procedura online, la domanda di autorizzazione del mezzo pubblicitario (art. 23 Codice della Strada) che verrà esaminata sotto il profilo delle norme del P.G.I.P. e della sicurezza stradale;
  • avuta conferma dall'Ufficio Commercio che l'impianto è idoneo, presentare la domanda di autorizzazione alla Soprintendenza.

Se il mezzo pubblicitario viene, invece, collocato lungo una strada sita nell'ambito o in prossimità di un bene culturale, non è prevista l' autorizzazione della Soprintendenza, bensì il parere favorevole dell'ente stesso, che viene chiesto direttamente dall'Ufficio Commercio.

 

Quanto costa

Canone Unico Patrimoniale 

L'esposizione pubblicitaria e l'installazione di impianti pubblicitari, anche in caso di occupazione suolo pubblico, sono rilasciate previo pagamento del Canone Unico Patrimoniale.
Il canone è commisurato sulla base di specifici criteri (v. artt. da 71 a 74 del Regolamento).

Il versamento del Canone Unico Patrimoniale avviene tramite la piattaforma PagoPA.

Se l’importo del canone è superiore a € 500,00, il concessionario può effettuarne il pagamento in tre rate uguali, di cui la prima anticipatamente rispetto al ritiro della concessione e le altre due alle scadenze indicate sull’atto.
Alcune concessioni sono esenti dal pagamento del canone (vedi Regolamento).

Marche da bollo   

una marca da bollo da € 16,00 per la domanda;
una marca da bollo da € 16,00 per l' autorizzazione (vedere "Come spedire una marca da bollo")

 

I controlli del Comune

Procedimento amministrativo

 

  AVVERTENZE  PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE [153 KB]

Ultimo aggiornamento: 13 March 2024

NORMATIVA

 

MODULISTICA

  Dichiarazione delle distanze (editabile) [104 KB]: salvare il modulo sul pc, compilarlo, salvarlo di nuovo, firmarlo digitalmente ed allegarlo alla domanda da presentare al S.U.A.P. Comune di Como.

 Periodo di esposizione (editabile) [93 KB]: salvare il modulo sul pc, compilarlo, salvarlo di nuovo, firmarlo digitalmente ed allegarlo alla domanda da presentare al S.U.A.P. Comune di Como.

 Dichiarazione per marca da bollo virtuale (editabile) [108 KB]: salvare il modulo sul pc, compilarlo, salvarlo di nuovo, firmarlo digitalmente ed allegarlo alla domanda da presentare al S.U.A.P. Comune di Como.

Ultimo aggiornamento: 27 June 2022

Pagine collegate

Fai una domanda Fai una segnalazione Aiutaci a migliorare