Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

censimento

 

Da ottobre 2019 si avvia la rilevazione annuale del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che non coinvolge più tutte le famiglie ma solo un campione di esse estratto in modo casuale da Istat.


Istat ha previsto due diverse tipologie di raccolta dati, con le modalità di seguito indicate:

  1. La famiglia campione riceverà una o più lettere da Istat con indicazioni per rispondere al questionario di censimento on line autonomamente, oppure recandosi previo appuntamento presso il Centro Comunale di Rilevazione in Via Vittorio Emanuele II n° 97 (Municipio) – cortile antico telefono 031 252071;
  2. Dal 10 ottobre al 20 dicembre 2019 i Rilevatori appositamente incaricati dal Comune di Como, muniti di tesserino di riconoscimento con fototessera condurranno l’intervista faccia a faccia presso il domicilio della famiglia campione o, su richiesta di questa e previo appuntamento al numero telefonico 031 252071, presso il Centro Comunale di Rilevazione sopra citato.

I Rilevatori incaricati procederanno alle attività di informazione alla popolazione interessata mediante l’affissione di locandine messe a disposizione da Istat ed a recapitare al domicilio delle famiglie campione lettere informative e comunicazioni al fine di concordare le modalità per svolgere l’intervista (punto 2).

La collaborazione delle famiglie coinvolte nella rilevazione è fondamentale per:

a)    conoscere le caratteristiche sociali e demografiche della popolazione a livello locale e determinare la popolazione legale
b)    conoscere informazioni sul numero di abitazioni e le caratteristiche di quelle effettivamente abitate
c)    assolvere agli obblighi di rilevazione stabiliti dai Regolamenti europei e dalla legislazione nazionale

Le informazioni raccolte saranno trattate nel rispetto della normativa in materia di tutela del segreto statistico e di protezione dei dati personali.

 

La partecipazione alla rilevazione, fornendo i dati richiesti, È OBBLIGATORIA.


L’obbligo di risposta è sancito dalla normativa europea (Regolamento CE 9 luglio 2008, n. 763) e da quella nazionale (legge 27 dicembre 2017, n. 205; decreto legislativo n. 322/1989 e s.m.i.; D.P.R. 20 maggio 2019). Si fa presente che, decorso inutilmente il termine ultimo per effettuare l’intervista, l’Istat attiverà la procedura per l’accertamento e la contestazione delle violazioni dell’art. 7 del D.Lgs. n. 322/1989 al fine dell’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria e di illecito amministrativo.


Ulteriori informazioni sono reperibili:

 

Scarica il depliant informativo

 

Guarda il tutorial

 

Ultimo aggiornamento: 27 September 2019

Pagine collegate

Chiedilo all'URP