Parchi e cimiteri cittadini chiusi

Data:  16/04/20

Disposizioni prorogate sino al 3 maggio 2020

Altro

AGGIORNAMENTO

L’ordinanza che chiude al pubblico tutti i parchi e giardini comunali e i nove cimiteri cittadini è stata prorogata fino al 3 maggio 2020 (compreso).
È garantita comunque l’erogazione dei servizi cimiteriali.

«In questo periodo in cui i cimiteri devono restare chiusi - spiega l’assessore Francesco Pettignano - si farà in modo di mantenere in ordine i nostri cimiteri con la pulizia del verde e, nel limite del possibile, viste anche le richieste all’ufficio cimiteri, anche togliendo i fiori secchi dai vasi, senza toccare le composizioni».

Ordinanza nr.37 del 15 aprile 2020


Il sindaco ha firmato un'ordinanza con cui viene prorogato fino al 15 aprile 2020 quanto disposto con l’ordinanza n.20 dello scorso 14 marzo: dalle ore 00.00 del 26 marzo 2020 al 15 aprile 2020 incluso è interdetto l'accesso a tutti i parchi e giardini comunali e sono chiusi al pubblico tutti e nove i cimiteri. È garantita l’erogazione dei servizi di ricevimento, inumazione e tumulazione delle salme.

Ordinanza nr.27 del 25 marzo 2020

 


  

Per ulteriormente contrastare la diffusione del Covid-19 e alla luce dei comportamenti irresponsabili registrati ancora nella giornata di venerdì 13 marzo nei confronti del rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, il sindaco ha firmato un’ordinanza che da sabato 14 marzo e fino al 25 marzo 2020 dispone la chiusura di tutti i parchi recintati e dei cimiteri cittadini.
Nei parchi non delimitati da recinzione è in ogni caso vietato l’assembramento ed è indispensabile rispettare le indicazioni del decreto del presidente del Consiglio dei ministri e raccomandate dalle istituzioni a tutti i livelli, a partire dalla distanza di almeno un metro dalle altre persone.

Verranno naturalmente garantiti i servizi essenziali per quanto riguarda i cimiteri. Si è deciso di procedere alla chiusura totale di questi luoghi a cui accedono molte persone anziane per preservare la loro incolumità in quanto rappresentano una fascia di popolazione particolarmente a rischio.
Il provvedimento è stato assunto di concerto con gli assessori al Patrimonio, ai Giardini e alla Protezione civile, in stretta collaborazione con i dirigenti dei settori coinvolti.

Ancora una volta il sindaco richiama tutta la cittadinanza ad adottare comportamenti maturi e responsabili, con particolare riferimento all'evitare di uscire di casa e di spostarsi, derogando esclusivamente per le necessità primarie e urgenti.

 

Ordinanza nr.20 del 14/03/2020


Pagine collegate

Chiedilo all'URP