Bando multi misura DUC

Data:  06/11/18

80 imprese coinvolte e 130mila euro di investimenti

Bandi Uffici comunali

Si è conclusa martedì 6 novembre alle 12 la prima edizione del bando multi misura pubblicato il 21 ottobre scorso che il Distretto urbano del Commercio (DUC) e l’assessorato al Commercio del Comune di Como hanno riservato alle microimprese attive lungo le vie del DUC e nell’area di Camerlata, dove si è insediato il nuovo centro commerciale. Sono state coinvolte le attività del commercio, della ristorazione, dell’artigianato e del turismo.

Le risorse pubbliche messe a bando sono state “prenotate” per l’85% dell’intero ammontare e sono stati coinvolti 80 tra negozi e attività commerciali in genere. L’unica misura andata deserta per un ammontare a budget di 10.000 euro è stata quella riservata alle associazioni di categoria per organizzare corsi di formazione rivolta alle attività commerciali del DUC.

In sintesi questi i numeri aggregati:

80 micro imprese coinvolte di cui:

-14 sulla misura 3 per ammodernare i punti vendita con 26.500 euro di richiesta contributo a fronte di un budget a bando di 30.000 euro con un tasso di copertura dell’88%;

-66 sulla misura 1 per 7 progetto di via presentati con 58.095 euro di richiesta contributo a fronte di un budget a bando di 60.000 euro con un tasso di copertura del 97%.

Le due misure genereranno investimenti complessivi per 130.835 euro  su una richiesta totale di contributi di 84.595 euro.

La leva generata dal bando è del 35% di investimenti privati che supera del 5% la quota di cofinanziamento richiesto (il 30% del totale della spesa indicata per realizzare gli interventi).

Giovedì 8 novembre la commissione di gara si riunirà per esaminare le istanze. Nel giro di una decina di giorni si comunicherà agli interessati se la documentazione presentata è regolare e se quindi potranno ricevere il contributo. Il bando multi misura è stato concepito fino a esaurimento risorse e se tutti fossero ammessi ad oggi non ci sarebbero esclusi. Per scelta, infatti, si è evitata la graduatoria, chiedendo alle microimprese partecipanti di soddisfare soltanto alcuni criteri coerenti con la finalità degli stanziamenti: aggregarsi per via, promuovere le proprie attività merceologiche e ammodernare i propri punti vendita, partecipare attivamente alle iniziative progettate.

Pagine collegate

Chiedilo all'URP